Manuela Sandri

Manuela Sandri nasce a Bolzano, Alto Adige lo 06/12/1975 da genitori italiani, padre medico e collezionista d arte antica e madre ex commerciante d’ alta moda e dedita alla scultura.
Nata in una terra di confine dai forti contrasti culturali , utilizza l Universita’ per studiare, viaggiare e sperimentare la vita in varie citta’ in Italia ( Bologna, Ravenna, Venezia, Siena) e all estero ( Berlino, Dublino e Vienna) riuscendo anche a dare esami facendoseli sempre riconoscere nell Ateneo successivo. Per lei viaggiare e scegliere dove vivere, se in Italia o all estero era l’ obiettivo piu’importante.
Dopo studi umanistici tra cui pedagogia, filosofia e psicologia alle superiori, Nel 2005 di laurea in Lettere a indirizzo storico artistico presso la Libera Universita’ di Siena con Crispolti, con una tesi a cavallo fra l arte contemporanea, l’ antropologia e la didattica museale nei musei d arte contemporanea di Bolzano e a Dublino.
Precedentemente aveva studiato un anno a Bologna, Pedagogia, un anno a Ravenna Conservazione dei Beni culturali dove approfondisce il metodo morelliano di Riconoscimento dell immagine e la semiotica dell arte; un anno a Venezia dove studia Lettere a indirizzo storico artistico, impara l inglese, e scopre la Biennale di Venezia. Il 1999/200 la vede partire per Un anno di Erasmus a Berlino, dove approfondisce la Lingua tedesca, e frequenta artisti delle avanguardie locali tra cui Croce Taravella, Musicisti dei Birthday party primo gruppo di Nick Cave e altre avanguardie artistiche locali polacche, Iranians, norvegesi, e irlandesi. infine torna a Siena dove si laurea con pieni voti con Crispolti.

Parla tedesco, inglese, spagnolo e oggi se la spilugghia Con il siciliano 🙂

Nel 2004 parte per Vienna per uno Stage all interno di Master in didattica museale che svolge presso il Mak museum di Vienna www.mak.at nel famoso Museum Viertel.
Li intrattiene ottimi rapporti sia con il direttore che con il curatore della MAK NITE. Fotografa quasi interamente la Collezione di arti applicate oltre a seguire l’ avanguardia locale nelle mak nite: www.zoon.at
Nel 2005 lavora in Biennale a Venezia come assistente del curatore Viktor Misiano che porta il Padiglione dell Asia Centrale a vincere la menzione speciale della Biennale. Lo stesso anno segue un corso per curatori di mostre presso la Galleria A+A www.aplusa.it sede del Padiglione Sloveno.
A Venezia stringe amicizia con artisti locali tra scena jazz e musica contemporanea tra cui il dj che diventera’ di fama internazionale William Bottin.
Sempre nel 2005 vola a Palermo a trovare la sorella gemella quando si aprono le Terrazze dell Expa ed espone DAVID LA CHAPELLE alla Kalsa. Rimane folgorata dalla citta’ , dal fermento artistico, dalla luce e …se ne innamora.
Chiama l amico video artista Tim White Sobieski conosciuto alle fiere di Basilea, per girare insieme I macchina tutta la Sicilia e produrre I primi scatti e video di Tim della Scala dei Turchi, Ragusa Ibla, e Poggioreale circa 10 anni prima che vengano scoperte dal largo pubblico.

Alcuni scatti si trovano su www.artmadeinsicily.com
Nel 2006 si trasferisce a Palermo dove lavora per sei mesi come assistente personale della pittrice inglese Jenny Saville per l’ organizzazione della mostra ” David Salle, Damien Hirst, Jenny Saville” commissionata da Carlo Bilotti presso l’ Arancera di Villa Borghese a Roma, creata in onore della figlia prematuramente scomparsa, The Bilotti Chapel, mostra a cura di Demetrio Paparoni.

Nel 2007 cura la mostra VEDESI/ VENDESI in cui coinvolge 26 artisti siciliani in un autoproduzione artistica con 80€ a testa, crea un catalogo e trova finanziamenti per luci e location. Per un mese li nella stupenda sede appena inaugurata della Tonnara Bordonaro, a Vergine Maria, con un programma musicale di eccellenza curato da Giuseppe Milici vendendo un catalogo autoprodotto stampato in 700 copie.

Lavora poi come Hospitality manager per l affitto di Villa Tasca dei Conti Tasca d’ Almerita.
Poi si occupa di investimeti immobiliari e ristrutturazioni a Palermo e Verona.
Nel 2014 torna a lavorare con Tim White Sobieski con la produzione del teaser per un short film: Waiting for Godot – Waiting for God in omaggio a Samuel Beckett con maestranze e attori siciliani, di cui cura produzione, direzione, e scouting location manager.
Nel 2015 si trasferisce a Sydney per 6 mesi dove studia app e incubatori d’ impresa. Nel 2017 ristruttura un appartamento, che poi rivende.
Nel 2018 lavora per Palermo Capitale della Cultura a fianco del manager culturale e produttore di mostre Gabriele Accornero ex Ceo del forte di Bard in Valle d’Aosta www.fortedibard.it, per la realizzazione delle mostre di Roberto Ferri presso Palazzo Steri e “Artico” .
“Rodchenko” invece presso l’ Albergo delle Povere. Le fotografie – 150 in tutto – provengono dalla collezione del Multimedia Art Museum di Mosca e sono state selezionate dalla curatrice del prestigioso museo Olga Sviblova.
Un racconto sul suo modo di concepire la natura della fotografia e il ruolo del fotografo.
Ovvero come uno strumento per la rappresentazione visiva di costruzioni intellettuali dinamiche.

Nrl 2019 collabora con Angelo Crespi selezionando e presentando 5 artisti, 4 siciliani, tra cui Daniela Balsamo e Linda Randazzo che finiranno poi a far parte della collezione permanente della Fondazione Marino Marini a Firenze. http://www.arte.it/calendario-arte/firenze/mostra-ex-voto-per-arte-ricevuta-64553
Nel 2019 con la collaborazione di Digitalmakers crea la piattaforma online www.artmadrinsicily.com
Compra in asta da sola un immobile di pregio storico, Palazzo dei Principi di Gregorio che ristruttura ed ora e’ finalmente pronto per ospitare residenze di artista e implementare l’ Associazione e il progetto Artmadeinsicily grazie al prezioso aiuto di Giuseppe Lega e Tano Rizza www.abbola.it Esperti di web marketing strategico in quel di Siracusa e grazie
Agli amici artisti e curatori che hanno sposato il progetto.