GIULIO AMARÙ

Nasce a Palermo (1981) e qui vive e lavora come archittetto, tuttavia collateralmente al suo impiego principale, non hai ma smesso di coltivare la sua passione per l’arte e per il bello, che riesce ad esprimere attraverso i suoi collage.
Questa forma di espressione è nata da un casuale accostamento di due frammenti di ritaglio ricavati da due riviste di argomento totalmente discordante. Da questa commistione è nata una storia interiore da raccontare all’osservatore e da qui ha mosso le fila per le sue future composizioni artistiche.
Colorati, profondi, legati fortemente alle influenze cinematografiche dei grandi registi e alla musica pop, rock e punk, che hanno accompagnato i suoi anni, i collage di Giulio comunicano tutto un immaginario che si compone in storia. I particolari continuano a venire fuori e a essere notati anche dopo un’attenta e lunga osservazione.
Inoltre, non mancano mai soggetti riconducibili a quella terra tanto amata da Giulio: La Sicilia. Basta un piccolo dettaglio a riportarci alle atmosfere isolane, come può essere un ficodindia, una barca di pescatori o l’immancabile riferimento al mare.
Un vicendarsi di immagini, che possono essere lette sia con gli occhi di chi le ha composte, sia da quelli di chi guarda, poiché una volta terminati, vengono di fatto consegnati e donati tout court – come afferma lo stesso Giulio – allo spettatore.

www.urbanapnea.it